Transmoderno: alla ricerca di una forma estetica globale dotata di senso… passando attraverso

HAHA

Sono passati ormai 33 anni dalla pubblicazione del filosofo francese Jean-François Lyotard, nella quale venne alla luce l’esistenza della «condizione postmoderna». Al margine una situazione  storica in cui si trovava la società , all’epoca, contemporanea. Il termine postmoderno compare, tuttavia,  in assoluto per la prima volta,  nel saggio del 1934 dello spagnolo Federico de Onís Antología de la poesía española e hispanoamericana. 1882-1932, relativo alla poesia latino-americana e soprattutto nella produzione culturale statunitense.

Da allora le discussioni sull’argomento sono state intensissime e confuse e le dichiarazioni sulla genesi del  postmodernismo,  esploso  negli anni Ottanta,  sono state  numerose  anche perché, l’atto di riuscire a circoscrivere e quindi dare un nome allo stile che caratterizza un determinato periodo storico e culturale ne presuppone la sua conclusione.

Al di là, dunque,  della presunta o effettiva morte del postmodernismo  è bene non dimenticare che  il Postmodernismo è un termine usato nel ‘900 con diversi significati e in vari ambiti culturali con il quale genericamente si fa riferimento alla crisi della modernità nelle società a capitalismo avanzato caratterizzate da un’economia e una finanza estese globalmente, dall’invadenza della pubblicità e della televisione nelle convinzioni personali, e da un, ormai incontrollabile e inverificabile, enorme flusso di notizie provenienti dal web.

Questo interlacciamento con le diverse realtà contemporanee che ci rende dubbiosi di fronte alla idea diffusa che l’era del postmoderno possa essere morta, ci pone nella condizione di ipotizzare , nell’oggi contestualizzato nell’era degli anni dieci ,  l’esistenza della filosofia legata ad un nuovo movimento culturale che potremmo definire  “transmoderno” specificando che la «condizione trasmoderna»  è figlia della  filosofia che preferice passare attrraverso il  Postmodernismo piuttosto che contrapporlo.

Quindi, diversamente dal   postmodernismo che nasceva per declinare le ideologie moderniste e le utopie illuministe – dichiarandone di fatto  la fine –  la filosofia transmoderna,   compie il gesto naturale di attraversare e reinterpretare, semplicemente rinominandolo,   il presente postmoderno,  libera come si sta dimostrando di muoversi in un   contesto socio-culturale mediatico,  in ambito prevalentemente  creativo molto ampio, nel quale   culture di massa, le più variegate e interconnesse, si rappresentano senza poter essere rinchiuse all’interno di una definizione certa. Tant’è che l’enciclopedia globale  Wikipedia alla voce Transmoderno riporta, si e no, poche righe, finalizzate a circoscrivere la nascita di nuove forze europeiste e niente più.

La «condizione trasmoderna» , oggi più che mai,  chiama a sé il bisogno di  diventare lo spazio di gioco di nuove speranze affinchè la  decadenza che è propria di ciascun periodo storico apra ad un “futuro presente” benevolo nei riguardi delle nuove generazioni e possa, inoltre,  scoprirsi piacevolmente illuminato grazie a nuovi punti di vista.

Se sia un buon movimento , migliore di altri, oppure no,  non è dato saperlo e, i giudizi  di merito rimangono affidati esclusivamente ai posteri.

Fanno intanto capolino tags che stanno diventando sempre “meta” e sempre più diffusi come #transmediale , #interculturale , #consapevolezza #antagonismo #fusionedeilinguaggi #pensierocreativo  #tobe #tobetoday #thinkover

di Giovanni Pirri

14 pensieri su “Transmoderno: alla ricerca di una forma estetica globale dotata di senso… passando attraverso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...