Conquista il visual animato di “I CAN’T GIVE EVERYTHING AWAY”, il nuovo singolo di DAVID BOWIE estratto da “★”

David-Bowie-ICGEA-news(@DavidBowieReal)

È online è sta conquistando il continenti un visual animato che accompagna il brano di David Bowie I Can’t Give Everything Away, incluso nell’album (ISO/Columbia). Il visual è stato creato dal designer che ha firmato l’artwork dell’album, Jonathan Barnbrook.

“I Can’t Give Everything Away”, attualmente nelle playlist radiofoniche di tutto il mondo, è il terzo singolo estratto al 28esimo ed ultimo disco di Bowie, , pubblicato l’8 gennaio 2016.

[tube]https://www.youtube.com/watch?v=OZscv36UUHo[/tube]
https://www.youtube.com/watch?v=OZscv36UUHo

Ed è come se Bowie tentasse di fornirci le coordinate del luogo in cui si trova. Segnale importante che la morte non lo ha colto all’improvviso e ha avuto il tempo di organizzare tutto.
Ma soprattutto che continueremo a sentir parlare di lui lungo tutto il tempo di vita di Blackstar, praticamente infinito.

L’album  ha già venduto quasi 2 milioni di copie, e raggiunto la #1 in più di 20 Paesi tra cui U.S., UK, Australia, Belgio, Canada, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Giappone, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Norvegia, Polonia, Spagna, Svezia e Svizzera.

La toccante interpretazione in immagini di “I Can’t Give Everything Away” realizzata da Barnbrook è un tributo che trae ispirazione dal brano che chiude ★, creato da una figura che ha avuto un ruolo fondamentale nell’identità e nella presentazione visiva dell’album.

“È un video davvero molto semplice, che volevo comunicasse un messaggio sostanzialmente positivo”, dice Barnbrook. “Si comincia nel mondo in bianco e nero di ★, ma nel ritornello finale si passa ad un colore brillante. L’ho vista come una celebrazione di David, come un’affermazione che, nonostante le avversità che affrontiamo, e gli avvenimenti difficili da elaborare come la scomparsa di David, gli esseri umani sono per natura positivi, guardano avanti e possono far tesoro nel presente di ciò che di buono lascia loro il passato. Siamo una specie ottimista per natura, e celebriamo il bene che ci viene dato.”

L’inizio della relazione professionale tra Jonathan Barnbrook e David Bowie risale all’artwork di Heathen, l’album del 2002, che includeva un prototipo del font Priori, creato da Barnbrook. La sua collaborazione con Bowie è poi proseguita con le copertine dell’album del 2003 Reality e con The Next Day (2013). Barnbrook ha curato anche le grafiche della mostra itinerante del V&A Museum David Bowie is.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...